Ralph Waldo Emerson: Una voce dal futuro

Banner eb

EmersonRW testo

a Ralph Waldo Emerson
(1803 – 1882)
“Un maestro e un gigante”

Pagina con testi in italiano e in americano.

Page with texts in Italian and American.

(Pagina aggiornata il 13-03-2019)

BENVENUTI ALLA PAGE DEDICATA AL GRANDE EMERSON!
UN UOMO CHE RAPPRESENTA
UNA RISPOSTA IMPORTANTE A TUTTI I MALI EVITABILI.

Italia - Prevenzione del bene

Scorrendo verso il basso troverete i file pdf –
che potrete scaricarvi e leggere con comodo –
di alcuni tra i Saggi di questo grande uomo,
filosofo & poeta socialmente impegnato…
Attuale oltre le barriere del tempo!,
e straordinariamente futurista. (eb)

logo mail indios
Vi invito a lasciare un segno del vostro passaggio

particolarmente importante per questa pagina
al mio indirizzo mail: barlow@alice.it

&
…se ti interessa questa Cultura –
in Italia fin troppo discriminata e censurata –
DIFFONDILA più che puoi!
Detto da un rappresentante di quella generazione
che è stata resa culturalmente inerme a fronteggiare
i troppi incensatori di malesseri e mali…

“Nell’educazione può fare la differenza”. Grazie!!!

PER I VISITATORI PROVENIENTI
dal resto del Mondo, o che desiderano
e possono leggere l’originale:

“ESSAYS AND POEMS by RALPH WALDO EMERSON”
(American Language – Pdf)

Barnes & Noble - Emerson Essays & Poem

Ralph Waldo Emerson – Essays and Poems

“Nothing is at last sacred but the integrity of our own mind.”
(“Niente è infine sacro al di fuori dell’integrità della mente.”)
-pag. 142-

&+
emerson profilo
^

The Essays of Ralph Waldo Emerson I & II series (pdf)

Logo - Tubb bottone

NOVITA’ SU EMERSON
(28 luglio 2018)

E’ uscita, in data 29 giugno 2018 –
per buona volontà della Casa Editrice “La vita felice” (Giugno 2018) –
una nuova edizione dei “Saggi” di Ralph Waldo Emerson.

Si tratta di due volumi con testo americano a fronte.
Pregevole riedizione della precedente del 1962 che fu edita da da Boringhieri.
Poi ce ne fu una, nel 1968.
Dal 1968 al 2018 per rivedere in Italia l’opera completa
di un grande pensatore libertario come Emerson… 50 anni!
Visti i numeri esorbitanti di altri autori… Anche meno, ma molto meno “specchiati” ed educativi, e meritevoli di lui…
Mica male come censura!

Emerson - Saggi LVF 1a serie Emerson - Saggi LVF 2a serie
^
Per andare al sito delle edizioni “La vita felice” fare click sulle immagini

like

Si vede ballare la vecchia pic
Siccome Emerson ed io “viaggiamo insieme”,
vi invito anche a prendere in considerazione il mio volume
di 10 racconti reali con incursioni nel fantastico (foto sopra) –
oppure quello di poems dedicati “Sulla pista”…
Per una cultura tutta da un’altra parte rispetto a quella corrente
di malessere e negatività. Per accedere alla pagina del libro –
se riterrete – cliccare sulla foto. Grazie!
“Il vantaggio più grande che ha il male nei confronti del bene,
è quello che gli diamo noi. (da “Barlow”, racconto in volume)

*BD14980_*

Emerson - Estate indiana 2

*

“SUL RISPETTO”

<< Il rude ragazzo di campagna molesta le ragazze all’ingresso di scuola, ma adesso arriva correndo all’entrata, e si imbatte in una ragazza graziosa che riordina la cartella; l’aiuta a tenere i libri, e all’istante lei gli appare in una distanza infinita, isolata da un recinto sacro. Corre affannoso nella folla delle ragazze, ma una sola lo allontana, e questi due piccoli vicini, che fino ad ora si sfioravano,
hanno imparato di colpo il rispetto reciproco.>> 

(Ralph Waldo Emerson: da “Amore” – Essays – 1841)

BD14980_

 

“Il pensiero di Emerson… Per un mondo migliore”

emerson31_256p Mi ci sono consumato le dita a furia di trascrivere il pensiero di Emerson, eppure i tanti cervelli bacati che girano ancor oggi per il pianeta – anzi soprattutto oggi (2016) – sono la riprova che quest’uomo dalla vista telescopica, dal suo ‘800 d’oltreoceano,  aveva e continua ad avere ragione.
Se avete figli o nipoti che vanno a scuola, il mio invito è ad andarvi a cercare, studiare e proporre vivamente questo tizio… lui e tutti gli altri del Movimento Trascendentalista americano da sempre censurati in Italia.
Occorre dar spazio a quanti sono veramente alternativi ai soliti “catuboni” della Cultura del Malessere, a quelli che sono da tutt’altra parte  rispetto ai portavoce dell’inqualificabile “Imperialismo culturale della malattia emotiva e mentale” che da decenni ci invade il Paese causando sfracelli. Quell’imperialismo della cultura della disperazione e della “poesia del male” che ha nei poeti maledetti (con le loro droghe, misoginie e allucinazioni varie) e nei filosofi nichilisti (con le loro tare e misoginie pure loro)… i propri servi e lacchè preferiti. Si tratta quasi sempre di autori di importazione che, soprattutto in Italia, basta che siano maledetti, dannati, nichilisti e folli, vengono puntualmente spacciati come geni dagli esperti…  Così nessuno osa discuterli.

L’educazione dei nostri figli, così come la nostra, è troppo importante per lasciarla in mano ai dittatori del pensiero solo; e visti certi risultati avremmo dovuto cambiare direzione già da un pezzo.
Contrariamente a quanto in genere si è portati a credere, vista la loro propensione ad andare al nocciolo del (o di un)  pensiero: filosofia e poesia sono i due rami della cultura che fanno più opinione; anche se poco lette e ancor poco “digerite” dalle masse. Per questa loro caratteristica, poesia e filosofia incarnano le principali forze motrici (o manipolatrici) del pensiero corrente (o che “passa il convento”). Difficilmente un romanzo, molto più “diluito”, avrà così tanto potere. “Ma come…”, mi è stato obiettato da più parti nel tempo; “Ma se la gente non legge o legge poco, e filosofia e poesia ancora di meno!…” Vero anzi quasi. Però poi ci sono le dotte citazioni e i convincenti modi di argomentare degli esperti. E quelli sanno parlare e sanno pure dirti cosa è che vale e cosa è addirittura geniale. Infine cosa non lo è. Gli esperti sanno!, e sanno benissimo come comunicare. Carisma, proprietà di linguaggio e di argomentazione… e la dittatura di un pensiero dominante è cosa fatta. Infine, ma in effetti viene prima: la pubblicazione.

La pubblicazione insistente e ripetuta fino alla nausea delle opere di certi autori della medesima specie, attuata da case editrici peraltro “carismatiche” che a prescindere dalle possibilità di vendita ci danno dentro come matte – infatti gli introiti maggiori per questi editori non provengono affatto dalle vendite… Non farà che confermare, senza possibilità di contraddittorio, la giustezza e la genialità del pensiero imposto.

Termino l’introduzione con la constatazione, frequente, di quanti hanno potuto leggere le opere di Emerson: “Se in molti condividessero il messaggio che è contenuto qui dentro, il mondo sarebbe senza dubbio un posto migliore”.

“Niente è infine sacro al di fuori dell’integrità della mente”.
   (Ralph Waldo Emerson)

Due parole sulla figura di Emerson
Ovvero… sul filosofo più genialamente umano di tutto l’occidente, e vorrei dire anche: “Il più censurato – e con dolo – in Italia”.
Ralph Waldo Emerson: pastore protestante, filosofo, poeta, essere umano a tutto tondo. Panteista socialmente impegnato e immerso fino al midollo nella società del suo tempo, tanto da mettere a rischio la propria persona pur di difendere i diritti dei neri d’America e delle minoranze discriminate. Grande fu il suo impegno per salvare  John Brown dalle grinfie del boia. Altrettanto grande il suo apporto alla causa degli Indiani d’America.
Personaggi come Gandhi, Martin Luther King, Henry David Thoreau, Emily Dickinson e altri hanno riconosciuto in lui – uomo e letterato con autentiche vocazioni democratiche e libertarie – un vero, grande maestro.
Più riconoscimento di così!…

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera…
Emerson nacque a Boston nel Massachusetts, figlio di un ministro della Chiesa unitaria e nipote di pastori, diventando, nel 1829, egli stesso un ministro unitariano. Seguì la dottrina dei suoi maestri e formulò il concetto di filosofia del Trascendentalismo * nel suo saggio Nature del 1836.

*Nota: Per quanto riguarda il “Trascendentalismo”, ho preferito mettere
il link alla pagina  dell’enciclopedia Treccani anziché lasciare quello a Wikipedia.
Questo perche la voce italiana di Wikipedia contiene una “non-verità”
che fa comparire il troppo sopravvalutato Nietzsche –
in Italia adorato come un genio e tirato in ballo di qua e di là fino alla nausea –
quale avente merito della promozione del Trascendentalismo in Europa e in Italia.
Ciò non è affatto vero. Infatti, il Trascendentalismo (qua) non è mai arrivato. 

Emerson su Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Ralph_Waldo_Emerson

Roberto Piccoli & Emerson
Devo al Professor Roberto Piccoli di Treviso la facilità e le agevolazioni che, grazie al suo impegno costante per la divulgazione in Italia di questo grande filosofo; impegno datato  già dai primordi di Internet, ho avuto nel reperire la documentazione software. In soldoni, mentre grazie ad una mia accanita ricerca dei rari testi stampati potevo disporre di quanto utile per lo studio e la lettura… Grazie al “primordiale” sito del Prof. Piccoli ho potuto usufruire di una importantissima banca dati degli scritti di Emerson. Potete capire la comodità di un copia-incolla piuttosto che un continuo scrivere e riscrivere, e stampare. Avere una disponibilità di testi su computer è di fondamentale importanza per un lavoro agevole di diffusione; libero da tempi eccessivamente lunghi.

Dalla web page del Prof. Roberto Piccoli, 1997
“Se escludiamo un ristretto numero di studiosi di letteratura e cultura anglo-americana, Ralph Waldo Emerson è praticamente sconosciuto in Italia. La qual cosa, a me che l’ho ‘incontrato’, sembra uno di quei mali che, nella vita, sarebbe bene – e sarebbe facile – evitare. ”
Questo sito Web presenta, in traduzione italiana, alcune delle opere più significative di Emerson. Ciò è stato reso possibile, per quanto riguarda Gli uomini rappresentativi, dal fatto che i diritti d’autore dell’unica edizione disponibile sono scaduti da tempo, e negli altri casi dalla disponibilità di due Case editrici, la Rizzoli e la Marietti, che mi hanno gentilmente concesso l’autorizzazzione necessaria. Ad esse va tutta la mia riconoscenza, insieme all’augurio che questa avventura possa indurre molti, dopo aver conosciuto ed apprezzato come merita il pensiero emersoniano, a leggere Emerson anche in maniera “tradizionale”, cioè acquistandone i libri. Lo auguro agli Editori, ma ancor più ai lettori.”

Ed ecco alcuni dei più significativi Saggi “The Essays” di Emerson.
Buon viaggio nel mondo di questo geniale uomo del quale non sarebbe male studiare la vita e il grande contributo culturale, artistico e sociale offerto al suo tempo e, di conseguenza, alla nostra epoca e a quelle a venire.

 

  BD14980_

RALPH WALDO EMERSON – Alcuni “SAGGI” in Italiano:
(Tutti i documenti sono in formato PDF)

Emerson – Fiducia in se stessi 1

Emerson – Fiducia in se stessi 2

Emerson – Natura (1836) part I e II

Emerson – Natura (1844)

Emerson – Politica

Emerson – Storia

R.W. EMERSON – DISCORSI:

Emerson – Discorso alla facoltà di teologia

Emerson – Lo studioso americano

BD14980_

Massimo Cisternino – Emerson filosofo

& Ora…
una mia poesia dedicata a Emerson e ad altri
(per me grandi) miei referenti culturali.

eb Riconoscersi^
Riconoscersi

Stella sceriffo argento

BD14980_

Per visitare il sito del Prof Roberto Piccoli,
ove potrete trovare alcuni Saggi in lingua originale,
cliccare sulla copertina del libro…

Emerson Saggi

*

VOLUMI DI EMERSON

Emerson - saggi rossa Emerson - Natura
Emerson - Trascendentalista e altri saggi Emerson - Dalla Sicilia alle Alpi
Emerson - Realizzare la vita Emerson - condotta
Emerson - Aforismi Emerson - Teologia e natura
Emerson - Diventa chi sei (avanti) Emerson Thoreau - Semplice verità fronte

*

“Niente è infine sacro al di fuori dell’integrità della mente”.
“La fede che si basa sull’autorità non è fede”.
(Ralph Waldo Emerson)

Logo Sperone

 

Libro cattivi maestri Gizmo
^
#Cattivi maestri – rev 2 (pdf)


Sfondo spiga - Zizzania & frumento

Ogni cosa buona a voi e ai vostri cari. 

emerson31_256p        Essi... compaiono cover
Essi… compaiono” – Minisaggio (Pdf)^


E…
contrariamente a quanto ci è stato propinato per decenni
su genio e sregolatezza,
e spesso abbiamo supinamente accettato per buono…

“Vi è la speranza che un uomo che abbia una vena di genio sarà anche un amico della virtù. Infatti fra genio e virtù vi è una naturale, eterna affinità,
e dove si trova l’uno ci si può aspettare l’altra.”
(Ralph Waldo Emerson)