Cittadino del tramonto

Ringrazio Brian Aldiss, Libra Editrice e la pittrice Allison per
Romanzo, Edizione, Cover.
Grazie. (eb)


Palermo
Teatro Massimo
(stagione teatrale 1960 – 1961)
l’autore – figlio di un baritono –
è il bambino ne’
“Madame Butterfly” di Giacomo Puccini;
soprano Antonietta Stella.

A
Antonietta Stella
(1929 -)

  “MADAME BUTTERFLY”

 In ognuno
c’è almeno l’angolo circolare
d’un rammento lontano
dolce e struggente
che si frammischia
ai più recenti dolori
facendoli più leggeri,
quell’angolo
spesso possiede un volto di sogno
dolce e gentile
seguito a volte da un nome…
la mia Stella
si chiama Antonietta,
ha tratti e trucchi orientali
e una voce stupenda
mentre canta di un amore infelice;
un sorriso delicato
nel porgermi la benda verde
che dovrebbe impedire
al mio io bambino
d’esser anche soltanto sfiorato
dall’immagine della morte.
Grazie Antonietta,
grazie per il bacio gentile a quel bambino!…
ne posseggo ancora la foto,
ma il ricordo nel teatro Massimo è ancora lì,
ancor più che indelebile…
immortale.

Palermo, Teatro Massimo:
stagione teatrale 1960-’61
(inverno 1960).

Cercavano un bambino per fare la parte del figlio
di Butterfly, così hanno trovato me; figlio di un baritono
della compagnia.  Avevo sei anni ed ero un po’ cresciutello,
ma non trovando bambini  più piccoli, si sono adattati.
Per mia fortuna, perché è stata un’esperienza formidabile.
°
Al soprano Antonietta Stella,
con affetto, nel ricordo di una donna di dolcezza infinita.

 (Ermanno Bartoli – Reggio Emilia, giugno 1997)

*dal volume “Sulla pista – dedicati” (2016)

“Sulla Pista” Antologia di 50 poem
dedicati a personaggi più o meno noti
viventi e non. Con brevi note biografiche
… e curiosità.

<Poesia
“I fiori nei muri”
(A mia madre – 1997)
-Foto del 1989-

Accesso al mondo dell’autore
con “Quando”.
Poesia a me stesso.

CONFESSIONE… Ecco una canzone che mi rappresenta tantissimo. Me lo dissi già quando la sentii la prima volta tanti anni fa. Poi le vicissitudini della vita, alcune terribili, non augurabili a nessuno, e qualche FdP non proprio raro e anche recente, mi hanno portato su altre strade. Anche di cattiveria estrema come è stata estrema tanta parte della mia vita! Un grazie di cuore a “Dentone” (come affettuosamente lo chiamava mio padre) Riccardo Del Turco. Buon ascolto!

“Essi” sono gli Apripista. Persone di ogni genere e provenienza sociale, dotate di un alto senso morale. Sono artisti e persone di intelletto; liberi spiriti impegnati a promuovere una visione di benessere interiore e mentale. Altrove censurati, a causa di una cultura assai spesso malata di nichilismo, Essi compaiono dove più ce n’è bisogno.

In questo periodo terribile
di covid, per chi potrà e vorrà,
la proposta di una cultura Umanista della quale in Italia c’è tanto bisogno; una cultura nata
da vissuti assai spesso drammatici. Eppure, grazie all’impiego del ‘fantastico’, gradevole: di una leggerezza
che vale la pena. 2 volumi di racconti e 1 di poesie alla pagina: 
https://ermannobartoli.com/2021/02/07/libri-pubblicati/

(dipinto di G. P. Ghidoni)

I tre fratelli Bartoli nel 1968
da destra a sinistra:
Ermanno, 1954
Claudio, 1957 – 1975
Paolo, 1968 – 1985



E non è vero che se ti impegni ce la fai… Ci sono un sacco di fattori: non ultimo l’ostracismo e i relativi bastoni fra le ruote. (L’apolide)
Per quanti hanno provato.
ORPHANED LAND – BROTHER * Per i miei indimenticabili due fratelli un brano musicale e un video meravigliosi *
IGNOBILE SCHIAFFO DI BATMAN A ROBIN
Questo è il mio J’accuse nei confronti di una cultura nichilista e annichilente che diviene violenta – a parole e nei fatti – con chi osa, anche soltanto un poco, dissentire. Vogliamo chiamarla per quello che è? Col suo vero nome?… Nuovo fascismo.
Di più: Nazismo!


< Ovvero: “Come ti diffondo
il malessere… O no”!

Immagine dalla copertina
di Karel Thole, per il romanzo
“Questo è un Gizmo”
di Murray Leinster.
(Urania n° 284)

^“SIRINGOPOLI”
– di Ermanno Bartoli –
disegno di Nando Bartoli:
mio padre.

Questo blog
per amore della natura e dell’arte
& a ricordo dei miei cari:

    mia madre Linda (1925 – 1999)
mio padre Nando (1925 – 1985)

    … e i miei fratelli
Claudio (1957 – 1975) – Ucciso dalla droga a 18 anni.
Paolo (1968 – 1985)  – Ucciso a 17 anni, da un pirata della strada.

(Ermanno Bartoli)

In evidenza

“I’m sorry” – Resister Blog

Multinazionale del malessere
LA MULTINAZIONALE DEL MALESSERE E DELLA DISPERAZIONE è la più potente di tutto il pianeta. Essa ci invade i cervelli attraverso una cultura arrogante e nichilista e grazie all’impiego sistematico di alcuni autori “genializzati” fino all’inverosimile. In Italia, in oltre 50 anni, questa “cosa” ha causato una serie inenarrabile di sfracelli e lutti. (eb)
Contro il nichilismo e lo sdoganamento del male

Benvenuti nella mia Home Page di scrittore!
Welcome to my writer Home Page!


BLOG ON-LINE DAL
5 APRILE 2016 – ore 16,42

ULTIMA MODIFICA
3 AGOSTO 2021

Tutti gli scritti, salvo diversa indicazione:
© by Ermanno Bartoli

<UN SACCHETTO DI BIGLIE QUALE SIMBOLO
Contro il degrado del mondo giovanile… e adulto. Contro il mobbing. Contro lo sdoganamento continuo (una volta sola dovrebbe bastare!) del male. Contro le morti e le infelicità evitabili. Contro la pratica dell’annichilimento. Eccetera… eccetera…

<Pdf

Ovvio liberazione popoli - taglio
^ “Ode all’Ovvio”. Saggio mignon di Ermanno Bartoli – aka: Barlow
(Nella foto, mio padre Nando Bartoli – cantante lirico – a Roma nel 1959)


 I‘m sorry!
Mi spiace ma – per quanto riguarda il sottoscritto –
i miei “maestri” e referenti culturali,
in special modo tra gli stranieri (filosofi e poeti in particolare)
sono splendidamente assai differenti da quanti –
nichilisti e maledetti in testa – vengono riconosciuti e ammirati quali “geni”
…e già “qui” ce ne sarebbe di che dire!, dalla quasi totalità
degli acculturati che seguono supinamente quanto viene imposto
da decenni in Italia dal gotha delle decisioni culturali.
Perciò, chi volesse fare nuovi e stimolanti incontri di pensiero,
troverà ben più di una occasione per nuove esperienze
umanamente remunerative.



Comincio col mio grande amore:
la Montagna.
Gruppo del Catinaccio…
Baita “Marino Pederiva”
e Rifugio “Roda di Vael”:
mt 2275, nella conca
omonima.

VISTA LA FILOSOFIA E I FILOSOFI – soprattutto per quanto riguarda il “genial” versante europeo – dell’ultimo secolo e mezzo… Io sono -indefessamente – come recita la maglietta!

<Presentazione per immagini
e brevi estratti dei miei 4 volumi
pubblicati su ilmiolibro.it

^ Il Quinto è il Trifido – Pdf a presentazione del 2° volume di ‘dedicati’ “Il Trifido innamorato”. ^ Titolo e 1 Poem ispirati ai Trifidi di John Wyndham)

Ermanno Bartoli è nato a Reggio Emilia nel 1954.
Da anni scrive racconti e poesie incentrati principalmente su una cultura del
benessere interiore. Per “Altre notizie di me”: Click sulla foto ^Download


SPAZIO DI RIVENDICAZIONE PER UN UMANESIMO “ALTRO”,
VÓLTO ALLA LIBERAZIONE DEL PAESE ITALIA
DAI TROPPI ‘GENI MALEDETTI’ VOLUTI DAGLI ARTEFICI
DELLA MALSANA CULTURA IN AUGE DA DECENNI…
DAGLI SCIAGURATI FILOSOFI
DI UN NICHILISMO SCATENATO E PLURIDECORATO…

DAGLI ANNICHILENTI E SOLERTI DIFFUSORI DI MALESSERI,
DISPERAZIONI, CINISMI SENZA SENSO, PLAGI… & SVENTURE.

SE VI PIACE QUESTO BLOG RENDETELO NOTO. GRAZIE!

<Il mio atto d’accusa sullo stato della cultura
in Italia: del tutto sbilanciata a favore di alcuni discutibili geni, in verità piuttosto “fuori di melone”.

Per i miei libri…
<Acquisto consigliato presso
le Librerie Feltrinelli

On-line o sul territorio.
Click sull’immagine.

^ ANCORA SUL RAZZISMO CULTURALE IN ITALIA ^ – Click su immagine per download
REGOLA PER SOPRAVVIVERE: “Non permettere a nessuno di trattarti male”.

Sarebbe ora che certi individui la si smettesse di definirli geniali e pubblicarli a giorni alterni, quando altri poeti e scrittori – sicuramente molto più grandi e solari, e molto più educativi – sono impubblicati (censurati)
(vedi Longfellow & c.) da decenni!
Questo è razzismo culturale!

“Welcome Romanticism”
‘Benvenuto vecchio mio – era un secolo che ti aspettavo!’

La vendetta del ‘logo’

L’originale copertina cui devo molto: il logo di questo mio blog. Affettuosamente!

“Schiavi dei fin troppo visibili”
(Riflessione del 2019 su una certa dipendenza). Immagine: copertina del bellissimo romanzo ‘Schiavi degli invisibili’ di Eric F. Russell (ed. Nord)

“È proprio quando non si può fare niente che bisogna fare qualcosa”.
(Eric Frank Russell)

^Con il vecchio ricordo… La proposta – attraverso alcuni libri vissuti – di una cultura Umanista della quale in Italia c’è veramente bisogno. Una cultura che nasce spesso da eventi drammatici, ma che, grazie all’impiego del ‘fantastico’, può offrire letture gradevoli, pur se non sempre facili. Letture che però valgono la pena. Qui sono 2 volumi di racconti e 1 di poesie alla pagina: https://ermannobartoli.com/2021/02/07/libri-pubblicati/

IMPORTANTE!!!
I volumi sono prenotabili presso le varie librerie on-line:
Feltrinelli – Amazon – IBS, ecc…  & nelle librerie sul territorio.
* Ermanno Bartoli (“Barlow”) – “The Narrator” *



UN ESEMPIO DELLA POESIA COME LA INTENDO IO: LIVIO HORRAKH
SCRITTORE DI FANTASCIENZA

Dal n° 1 della rivista di fantascienza “Verso le stelle” (Solaris Editrice)

Un brano magistrale, di una colonna sonora fantastica per un film altrettanto. “Avenue of Hope” dal film “Sunshine” – regia di Danny Boyle. Spero che l’esecuzione all’armonica ne sia degna. Grazie. (eb)

Male & infelicità (Anonimo - RWE)
QUESTA LA DEDICO AI CIALTRONI DEL NICHILISMO
Sfondo spiga - Zizzania & frumento

Non necessariamente per scavare un fosso ci vogliono due persone;
Hitler ha fatto tutto da solo. (Ermanno Bartoli – 2004)

  …e se al termine del tuo giro
vorrai lasciare un segno del tuo passaggio…
  Send me a mail: > barlow@alice.it

Oppure, lascia magari anche un piccolo “Like”-


Una delle mie performance
all’armonica su Youtube.

https://youtu.be/2Dvvruvu1B4


FONDAMENTALE!

“ESSI”
Essi
sono i bambini
di essi è il futuro
il passato ed il presente,
Anna Totem bimbi piccolo
lo spirito vitale
che soffia su ogni cosa
e in ogni cosa…
sempre.

(Ermanno Bartoli – 1992) 

dipinto di Anna Pace: “Totem bambini”

Qualcuno ha detto che non ci può essere battaglia alla pari tra Dio e Satana,
perché Dio avrebbe scritto quasi tutti i libri. Non so quanto ciò sia vero…
Sicuramente (!) Satana ha redatto quasi tutte le culture.

^ Al mio Blog “Il rispetto e le stelle” ***** Su Altervista